Sede di Martinsicuro

Lun 9:30-19:00
Mar 9:30-19:00
Merc 9:30-19:00
Gio 9:30-19:00
Ven 9:30-19:00
Sab 9:00-14:00
Dom Chiuso
0861 711647 WhatsApp 3319883920

Sede di Montesilvano

Lun 9:00-13:00 | 15:00-20:00
Mar 9:00-13:00 | 15:00-20:00
Merc 9:00-13:00 | 15:00-20:00
Gio 9:00-13:00 | 15:00-20:00
Ven 9:00-20:00
Sab 9:00-13:00
Dom Chiuso
085 4454337 WhatsApp 334.9410979
info.pescara@centroavanguardia.it

Sede di Sulmona

Lun 9:00-19:00
Mar 9:00-19:00
Merc 9:00-19:00
Gio 9:00-19:00
Ven 9:00-19:00
Sab 9:00-13:00
Dom Chiuso
0864 251345
info.sulmona@centroavanguardia.it
Welcome to MedicalPress a Premium Medical Theme
Title Image

Gnatologia

Home  /  Servizi  /  Gnatologia
Gnatologia | Centro Odontoiatrico Avanguardia

La Gnatologia è una branca dell’odontoiatria che studia la fisiologia e fisiopatologia del complesso cranio-cervico-mandibolare.

Nello specifico si occupa della gestione clinica del dolore oro-cranio-cervico-facciale e dei disordini cranio mandibolari che interessano articolazioni temporo-mandibolari, muscoli masticatori e relative strutture associate.

L’eziopatogenesi dei disordini temporomandibolari (DTM) è multifattoriale; a far scattare i DTM intervengono fattori morfologici, ormonali, emotivi.

I sintomi più frequenti sono:

  • dolore ai muscoli masticatori in regione preauricolare e a livello dell’articolazione temporo mandibolare (ATM)
  • limitazione o alterazione della funzione mandibolare (difficoltà ad aprire correttamente la bocca senza sforzo o dolore)
  • “rumori articolari
  • dolore facciale diffuso
  • cefalea o nevralgia
  • vertigini
  • acufeni
  • ipoacusia
  • cervicalgia
  • brachialgia
  • tensione muscolare del distretto cranio-cervicale

Spesso l’insorgenza dei DTM dipende da un evento traumatico scatenante:

  • trauma diretto o indiretto a livello delle strutture orofacciali (cadute, urti, incidenti stradali)
  • microtraumi provocati da sovraccarico parafunzionale (bruxismo, serramento).

Nel tempo, per spiegare le cause dei DTM, i professionisti hanno proposto varie teorie: la più comune è il ruolo dell’occlusione dentale

Oggi sappiamo con certezza che i DTM sono una patologia “artrosica” da sovraccarico.

Per curare i disordini temporomandibolari non è sufficiente riallineare i denti.

Il ruolo dell’occlusione dentale è stato completamente sminuito non avendo fondamento scientifico e anatomico. Tutte le terapie ortodontiche, protesiche e di correzione occlusale sono state giudicate non corrette per la cura dei DTM.

Il percorso diagnostico e terapeutico prevede procedure conservative e minimamente invasive.

Si rende necessario un intervento multidisciplinare, nel quale più specialisti, coordinati in equipe, affrontano le diverse problematiche. Alla figura dell’ortognatodontista si affiancano l’otorinolaringoiatra, il fisioterapista, il logopedista e lo psicoterapeuta.

Solo in caso di insuccesso dell’approccio conservativo della gnatologia prendiamo in considerazione la chirurgia dell’articolazione temporo-mandibolare.

Dott.ssa Clara Sborgia